Zatik consiglia:
Iniziativa Culturale:

 

 

Progetto e accompagnamento speciale per Russia Cristiana del prof. Aldo Ferrari

27 maggio 5 giugno 2010

T U R C H I A ORIENTALE
27 maggio – 5 giugno 2010
Un viaggio in Turchia è sempre affascinante. Il presente viaggio lo è ancor più perché propone la visita dei territori della Turchia nord-orientale, oggi totalmente musulmana, ma che hanno visto per secoli una fondamentale e multiforme presenza cristiana: armena, georgiana e bizantina. L’itinerario
riserva quindi un’attenzione particolare ai monumenti cristiani ancora presenti nella regione, ma prevede naturalmente la visita anche di quelli musulmani di maggiore interesse.

Progetto e accompagnamento speciale per Russia Cristiana del prof. Aldo Ferrari

dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Dipartimento di Studi Eurasiatici,

che terrà alcuni incontri su storia, letteratura e cultura.

27 maggio MALPENSA/ISTANBUL TK 1874 11.00/14.45
ISTANBUL/ VAN TK 550 17.35/19.20
05 giugno TREBISONDA /ISTANBUL TK 807 10.05/12.20

ISTANBUL/MALPENSA TK 1875 14.50/16.45

P R O G R A M M A
1° g. Giovedì 27 maggio MILANO/VAN

Ore 9 Ritrovo a Milano-Malpensa Terminal 1, Banchi Turkish Airlines. Operazioni di imbarco e partenza per Van, via

Istanbul. Arrivo a Van - l’antica Tuspa, capitale del regno di Urartu - eretta sulle sponde dell’omonimo lago. Operazioni

doganali, incontro con la guida locale e trasferimento in albergo per cena e pernottamento.

2° g. Venedì 28 maggio VAN

Colazione e visita del museo archeologico che presenta un’interessante collezione di reperti

della civiltà urartea (fiorita tra il Caucaso e l’Anatolia dal IX al VI secolo a. C.). tra cui

figurano gioielli di ambra e vetro colorato, sigilli di forma cilindrica e vasi dell'età del bronzo.

In seguito si visita l’imponente cittadella, che domina il lago di

Van, costruita su di un picco roccioso e collegata alla città

bassa da una lunga scalinata (mille gradini circa). Pranzo e, in

battello, si raggiunge l’isola di Akhtamar, residenza reale e

sede di patriarchi della chiesa armena nei secoli X - XV. Sull’isola si trova la chiesa della

Santa Croce, costruita nel X secolo e restaurata di recente, uno dei capolavori

dell’architettura armena. [Se possibile, visita della chiesa armena di Altinsaç, posta in una

splendida posizione sul lago, ma che occorre raggiungere con circa mezz’ora di ascesa].

3° g. Sabato 29 maggio VAN/DOGUBAYAZIT

Al mattino visita delle rovine del monastero di Varag (Yedi Kilise), di notevole importanza

nella storia spirituale e culturale armena sino al 1915. Quindi, partenza in direzione nord,

verso il biblico Monte Ararat (Aðrý Daðý in turco), che domina l’intera regione con la maestosità

dei suoi 5165 metri. Lungo il percorso si visita lo splendido palazzo di Ishak Pascia, costruito

tra il XVII ed il XVIII sec. in uno stile quanto mai eclettico. In serata arrivo a Dogubayazit.

4° g. Domenica 30 maggio DOGUBAYAZIT/ANI/KARS

In mattinata partenza per Ani, la più celebre delle antiche capitali armene, situata in uno scenario

di grande suggestione. I possenti bastioni racchiudono, oltre alla cittadella, numerose chiese ed

importanti testimonianze dell’architettura armena tra X e XIII secolo. In serata, dopo la visita

della bella Chiesa Rossa (Karmir Kilesi) situata nel villaggio di Yagkesen ed ora adibita a magazzino

agricolo - si giunge a Kars, dominata da un’imponente fortezza e contesa a lungo tra Ottomani e Russi.

Qui è ambientato l’interessante romanzo Neve di Ohran Pamuk.

5° g. Lunedì 31 maggio KARS/ERZURUM In mattinata visita della notevole chiesa armena dei

Santi Apostoli, costruita nel X secolo e trasformata in moschea dopo la conquista musulmana (la

sua odierna denominazione è Kumbet Cami, vale a dire moschea a cupola). In seguito si

visitano il grande monastero di Cengelli, che costituisce la presenza architettonica georgiana più

meridionale, il ponte selgiuchide di Cobandede (XIII secolo) e la fortezza di Hasankale. In serata arrivo a Erzurum,

l’antica città armena di Karin (Teodosiopoli per i Bizantini), caratterizzata oggi da un aspetto del tutto musulmano.






6° g. Martedì 1 giugno ERZURUM/YUSUFELI

In mattinata si visitano la moschea di Lala Pascia, la Moschea Grande e la Medresa dei Due Minareti. In seguito si parte

verso le cosiddette valli georgiane, attraversando territori montuosi e molto pittoreschi. Lungo il percorso visita del complesso

monastico di Haho, risalente al X secolo. Il monastero è in buone condizioni, con affreschi databili all’inizio dell’XI

secolo. Di seguito la chiesa di Osvank, una imponente cattedrale del X secolo che conserva affreschi importanti e belle

sculture. In serata arrivo nella cittadina di Yusufeli.

7° g. Mercoledì 2 giugno YUSUFELI

Mattinata dedicata alla visita della splendida chiesa di Ishan, dedicata alla Madre di Dio, forse la più bella testimonianza

dell’arte georgiana rimasta in Turchia. Costruita tra l’VIII e l’XI secolo, conserva interessanti affreschi. Nel pomeriggio si

raggiunge il grande complesso monastico di Barhal, X secolo, posto in un suggestivo contesto naturale. In serata rientro a Yusufeli.

8° g. Giovedì 3 giugno YUSUFELI/ TREBISONDA

Prima di raggiungere il Mar Nero si attraversa la pittoresca regione dei monti Kaçkar, abitata da Lazi e Hemshin, popolazioni

d’origine caucasica (affine ai georgiani la prima e armena la seconda), convertite all’islam in epoca relativamente

recente. Lungo il percorso visita di Dörtkilese, un complesso monastico notevole anche se in cattive condizioni, e di alcuni

esempi delle tipiche architetture montane. In serata arrivo a Trebisonda, antica città greca sul Mar Nero, che conobbe

l’apogeo tra Duecento e Quattrocento quando fu sede di un impero bizantino retto dalla dinastia dei Comneni e si

sviluppò a stretto contatto con genovesi, veneziani, georgiani e mongoli.

9° g. Ven. 4 giugno TREBISONDA/SUMELA/TREBISONDA

Partenza per lo straordinario monastero di Sumela (XIII-XIV secolo). Oltre agli affreschi

ed alla particolarità architettonica, è particolarmente suggestivo per la sua posizione, abbarbicato

su una rupe scoscesa, in un paesaggio meraviglioso, di tipo alpino. Nel pomeriggio

visita di Trebisonda: bazar, chiesa cattolica di S. Maria (dove nel 2006 è stato assassinato

don Santoro), moschea di Carsi (già chiesa di S. Eugenio), chiesa bizantina di

S. Sofia (trasformata in moschea come quella più famosa di Costantinopoli) e quanto resta

del monastero armeno del Salvatore (Kaymakli).

10° g. Sab. 5 giugno TREBISONDA /MILANO

Colazione. Carico valigie sul pullman. Partenza con volo per l’Italia, via Istambul. Arrivo a Malpensa.

Il programma – per cause di forza maggiore - può subire variazioni nell’ordine delle visite,

pur rispettando l’effettuazione delle medesime o di altre di pari interesse

Quota (minimo 30 partecipanti) : Euro 1.840,00

Quota (minimo 25 partecipanti) : Euro 1.880,00

Quota (minimo 15 partecipanti) : Euro 1.950,00

Supplemento camera singola: Euro 200,00

Euro 30,00 per mance a guide, autisti, camerieri, da raccogliere in Turchia

La quota comprende

Voli di linea in classe economica – Tasse aeroportuali – Tour come da programma con bus GT – Guida locale – Ingressi da

programma – Sistemazione in hotel 4/5 stelle in camere a due letti con bagno o doccia (l’albergo di Kars, pur essendo dichiarato

4 stelle corrisponde a un nostro 3 stelle; è comunque il migliore della zona ed ha il bagno in camera) – Trattamento

di pensione completa dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo giorno – Assicurazione medico bagaglio.

La quota non comprende

Bevande – Mance a guida ed autista in loco – Ingressi non da programma - facchinaggio – Extra personali – Tutto quanto

non specificato sotto la voce la quota “COMPRENDE”.

MODALITA' DI ISCRIZIONE

Renderci al più presto compilata l’allegata scheda di iscrizione ed effettuare con sollecitudine

il versamento dell’acconto di Euro 500 come segue:

Banca: INTESA SANPAOLO SPA IBAN: IT 38 Y 03069 09410 000000719387

intestato a DUOMO VIAGGI & TURISMO - Via Baracchini, 9 20123 Milano

Saldo: entro un mese dalla partenza

PRIMA di effettuare il versamento dell’acconto preghiamo avvisare:

Giovanna VALENTI rcsegr@tin.it (035/294021 - 348/9379664)

DOCUMENTI di ingresso in Turchia PER CITTADINI ITALIANI:

Carta d’identità valida per l’espatrio (non sgualcita e leggibile; pregasi controllare attentamente la validità (10 anni o da rinnovare

presso il Municipio se in possesso di quella scaduta a 5 anni) oppure Passaporto individuale in corso di validità.

Nessun rimborso compete a chi si presentasse alla partenza con documento scaduto o non valido per l'espatrio.

Fondazione Russia Cristiana – Via Tasca, 36
24068 Seriate (BG) – rcsegr@tin.it 035294021
Organizz. Tecnica: Ag. DUOMO VIAGGI - MILANO

Marina Mavian